• Italiano
  • Français
  • English
  • Português

O QUE FAZEMOS

Bo fia, bo pudi!

 

Il progetto “Bo fia, bo pudi!” (In creolo: “se ci credi ce la puoi fare!”), cofinanziato dall’Unione Europea, è mirato a ridurre il livello di disoccupazione della Guinea Bissau, contribuendo allo sviluppo di opportunità lavorative, specialmente per i giovani.

Si è rafforzato l’incubatore di imprese ENGIM-CIFAP a Bissau, che ha avviato 23 attività di giovani imprenditori accompagnandole nelle prime fasi del loro sviluppo attraverso un’equipe di tutor specializzati.

PROTEJA – Projet pour le travail et l’emploi des jeunes africains

 

L’obiettivo di PROTEJA è contribuire alla riduzione dell’esclusione sociale ed economica di giovani donne e uomini, potenziali migranti in Mali e Guinea Bissau, o sfollati e rifugiati coinvolti nelle fase di transito o ritorno nel nord del Mali, promuovendo l’occupazione e l’imprenditorialità come fattore di integrazione sociale ed economica.

A Bissau PROTEJA è stato sviluppato in collaborazione con l’incubatore ENGIM-CIFAP,  e sostiene 8 imprese a Bissau e Bula.

In Mali PROTEJA sostiene 20 imprese nelle regioni di Mopti e Kayes, con il supporto del partner tecnico CREATEAM, incubatore di Bamako lanciato da Orange Mali.

MIGRAZIONI e IMPRENDITORIALITA’

 

L’impresa di chi parte, l’impresa di chi resta: giornalisti maliani, guineensi e italiani raccontano le radici di scelte diverse che hanno portato uomini e donne a optare per emigrare o restare nel proprio paese.

Con la partecipazione di giornalisti maliani e guineensi abbiamo raccontato storie di migrazione, di ritorni e di successi legati alla capacità di fare impresa.

Il racconto ha coinvolto migranti in Italia e potenziali migranti in Mali o Guinea Bissau, migranti che hanno fatto ritorno nel Paese di origine o sfollati che vorrebbero rientrare nei propri villaggi, ma anche i tanti giovani che ogni giorno con il proprio lavoro provano a costruirsi un futuro a casa.

Sono stati coinvolti media locali e europei e giornalisti dei due continenti, nel tentativo di offrire racconti da punti vista anche molto diversi tra loro.

GUINENDADI

 

“Guinendadi – Storie di rivoluzione e sviluppo in Guinea Bissau” è un reportage promosso da ENGIM e realizzato da un gruppo di giornalisti italiani, che racconta un paese africano – la Guinea Bissau – andando oltre i temi mainstream della colonizzazione, i golpe militari e l’instabilità politica, il traffico di cocaina, il turismo sessuale e il drammatico livello di povertà. Ma, attraverso testi, foto e video inediti raccolti durante un viaggio in loco, si viene catapultati alla scoperta di un Paese lontano e ai più sconosciuto.

Sono presentate le voci e le storie di chi nel settore economico, culturale, sociale, artistico e politico si sta mobilitando per trovare soluzioni locali e tracciare una strada allo sviluppo autoctona.

Guinendadi ha vinto il primo premio come Migliore Reportage realizzato in Piemonte , il secondo premio come Migliore Reportage realizzato a livello Internazionale (Italia, Francia e Spagna) e il primo premio come Migliore Reportage scelto dal Pubblico Internazionale tra i 18 reportage finanziati dal Bando DevReporter Grant nel 2016.

Ecco a voi Guinendadi: www.guinendadi.it